Circolo Musicale
Mayr-Donizetti

Alberto Bianchi Lanzoni,
basso

Basso italiano, nato a Cento di Ferrara dove a cinque anni incomincia lo studio della musica con il pianoforte che lo porterà, nel corso dell'iter didattico e della crescita, alla scoperta di una naturale predisposizione e di un amore per il canto tali da spingerlo a frequentare varie ed importanti realtà corali del suo territorio. Proprio all'interno del Coro Pina Agostini Bitelli, nel corso degli scambi culturali con altre realtà italiane ed europee da esso instaurati, comincia, nel 1991, non ancora maggiorenne, il suo percorso da basso solista con la Messa di Gloria di Giacomo Puccini eseguita nella Cattedrale di Assisi. L'intensa attività corale aiuta molto la sua formazione da cantante solista tant'è che nel 1996 si esibisce nella Cattedrale di Friburgo, in Germania, nel Te Deum di Antonín Dvořák e successivamente, passando le selezioni per i corsi di canto, si iscrive al Conservatorio Girolamo Frescobaldi di Ferrara. Nel 1997, nella Cattedrale di Chioggia, è solista nella Messa di Gloria di Puccini. Nel 1998, in collaborazione con il Teatro Giuseppe Borgatti di Cento, incide con la casa discografica Dymanic le Sacrae Cantiones del 1641 di Antonio Coma, dal vivo nella Chiesa del SS. Rosario di Cento e nello stesso anno, sempre nel Teatro Borgatti, è solista nella IX Sinfonia di Ludwig van Beethoven. Il 1998 lo vede protagonista al Teatro Comunale di Ferrara nel ruolo del Mago Sigulfo nella prima assoluta dell'opera in un atto “L'amor ferrato” di Giordano Tunioli. In questo periodo comincia un lungo lavoro di perfezionamento di arte scenica e di studio ed interpretazione dello stile mozartiano e rossiniano con il M° Claudio Desderi, nei suoi numerosi corsi finalizzati alla messa in scena di opere, risultando ogni volta selezionato ed idoneo ai ruoli. Nel 1999, in collaborazione con il Conservatorio Girolamo Frescobaldi di Ferrara, incide dal vivo il Miserere in Fa minore di Giuseppe Sarti nella Chiesa di San Francesco a Faenza con la casa discografica Dynamic e nello stesso anno arriva anche il debutto all'opera nel ruolo di Tarabotto nell'Inganno felice di Gioacchino Rossini sotto la direzione del M° Claudio Desderi nel Teatro Comnale Giuseppe Borgatti di Cento. Il debutto lo porta a terminare il percorso delle cinque farse di Gioacchino Rossini interpretando i ruoli di Germano ne “La scala di seta”, Norton ne “La cambiale di Matrimonio”, Gaudenzio ne “Il signor Bruschino”, Martino ne “L'occasione fa il ladro” in piccoli teatri come il Teatro Consorziale di Budrio e il Teatro Ariosto di Reggio Emilia, approdando poi nel 2001, con lo spettacolo sulle cinque farse “Tout Rossini”, sul palco dell'Opera Comique di Parigi sotto la direzione del maestro Claudio Desderi. Nello stesso 2001 si diploma in canto, col massimo dei voti, presso il Conservatorio Girolamo Frescobaldi di Ferrara e debutta il ruolo di Don Geronio ne “Il matrimonio segreto” di Domenico Cimarosa in vari teatri del Trentino in occasione del locale festival operistico. L'affinamento dell'arte scenica e della tecnica vocale, da una parte gli consentono negli anni 2002, 2003 e 2004 di interpretare i grandi ruoli mozartiani di Figaro, Guglielmo e Leporello in luoghi prestigiosi come il Teatro Olimpico di Vicenza e dall'altra gli procurano critiche positive sulla qualità ed estensione vocale e sulla presenza scenica. Da adesso in poi il suo repertorio si ampia abbracciando, oltre a Rossini, il romanticismo ed il verismo. I ruoli interpretati sono: Figaro di Le nozze di Figaro, Leporello e Don Giovanni, Guglielmo del Così fan tutte, Don Geronio ne Il matrimonio segreto, Germano de La scala di seta, Gaudenzio de Il signor Bruschino, Slook in La cambiale di matrimonio, Don Magnifico in Cenerentola, Don Bartolo e Don Basilio ne Il barbiere di Siviglia, Mustafà ne L'italiana in Algeri, Dulcamara in L'elisir d'amore, Don Pasquale, Falstaff , Attila, Ferrando ne Il Trovatore. Il repertorio sacro vanta titoli come la Petite Messe Solennelle e Stabat Mater di Rossini, Requiem di Mozart, Requiem di Verdi. Adesso la sua attività si svolge prevalentemente all'estero, nei teatri di Alicante, Valencia, Saragozza, Toledo, Cadice, Vittoria, San Sebastian, Teulada Moraira, Alcoy, Aviles, Ferrol, Murcia, Algeciras, Burgos, Caceres, Logroño, Soria, Biarritz, Merignac, Castres, Saint Germain en Laye, Versailles, dove ha appena terminato un tour di Don Giovanni interpretando Leporello e riscuotendo grande e largo successo dalla critica..

Collaborazioni con il Circolo: