Circolo Musicale
Mayr-Donizetti

Alessandro Ravasio,
baritono

Nato nel 1989 a Bergamo. I genitori, appassionati di musica, lo avviano sin da piccolo a corsi propedeutici, inserendolo poi in piccole formazioni corali di voci bianche e di musica d’insieme. Inizia lo studio del pianoforte, ma all’età di dieci anni decide di abbandonarlo in favore del saxofono, che studia privatamente per otto anni. A diciotto anni inizia a prendere qualche lezione di canto lirico con il baritono bergamasco Teodoro Rovetta, per poi affidarsi al baritono Bruno Rota, che lo segue fino al 2014. Nel frattempo intraprende il percorso universitario, iscrivendosi al triennio di Mediazione Linguistica e completando il percorso linguistico nel luglio 2013 con la laurea in Traduzione presso la Scuola Civica di Milano. Nel 2013 inizia a collaborare con diversi cori, tra cui il coro del Bergamo Musica Festival, diretto dal maestro Fabio Tartari, il Coro “G. Monteverdi” di Crema diretto dal maestro Bruno Gini, e il coro del Teatro Municipale di Piacenza diretto da Corrado Casati. Nel luglio 2013 partecipa alla masterclass “La Napoli di Pergolesi” con Gemma Bertagnolli e Claudio Astronio, dove debutta il ruolo di Strabone nella prima ripresa moderna dell’intermezzo buffo La vedova ingegnosa di G. Sellitti. Nell’ottobre 2014 si iscrive al triennio AFAM di Canto Lirico presso la Scuola Civica di Milano Claudio Abbado ed entra nella classe del maestro Roberto Coviello. Da maggio 2015 è cantore titolare della Cappella Musicale della Basilica di S. Maria Maggiore a Bergamo, con la quale tiene concerti. A giugno è il basso solista nelle Cantate BWV21 e BWV172 di J. S. Bach a Milano, sotto la bacchetta del maestro Sandro Rodeghiero. Nell’estate 2015 impersona “Madame La Lue” nell’opera diffusa Donizetti Alive, su musiche di Pasquale Corrado, presso la Domus Magna di Bergamo e partecipa al Piedicavallo Festival nella Kaffeekantate di J. S. Bach sotto la direzione del maestro Roberto Balconi, per il quale riveste anche il ruolo di Plutone nell’Orfeo di C. Monteverdi al Duomo di Milano nel mese di ottobre. Nel 2016 è il basso solista nel Magnificat e nella Johannes-Passion di J. S. Bach dirette dal M.o Mario Valsecchi, partecipa alla registrazione del Vespro della Beata Vergine e di altri mottetti mariani di F. Cavalli per Dynamic con Bruno Gini, prende parte al festival Sastamala Gregoriana, in Finlandia,con un concerto madrigalistico nell’ensemble Fantazyas, diretto da Roberto Balconi, e impersona il Commendatore nel Don Giovanni di Mozart per “Bellano Lirica” sotto la bacchetta di Roberto Gianola..

Collaborazioni con il Circolo: