Circolo Musicale
Mayr-Donizetti

Gianluca Breda,
basso

Gianluca Breda nasce a Canneto sull’Oglio nella provincia di Mantova. Contemporaneamente allo studio del Violoncello col Maestro Enrico Contini, scopre di avere una dote vocale molto spiccata e a soli 24 anni inizia lo studio del canto lirico con la Sig.ra Giovanna Vighi al Conservatorio “A.Boito”di Parma. 
Due anni dopo farà Il suo debutto al Teatro di Dijon in Francia con Zuniga in Carmen. 
La sua carriera continuerà in Francia dove debutterà 24 ruoli di repertorio. 
Durante questo periodo Gianluca Breda ha cantato in vari Teatri francesi come lo Chatelet a Parigi, Bordeaux e Lyon.
In Italia inizia nel 2001 con l’Opera Aida allo Sferisterio di Macerata e nei Teatri di Rovigo, Livorno, Pisa e Pavia. All’apertura del Grande auditorio di Dijon in Francia debutta nel ruolo di Ramfis in Aida

Nel 2008 debutta all’Arena di Verona col Maestro Palumbo nel ruolo del Re in Aida, nello stesso anno sarà Timur nella Turandot al Seoul Art Center in Korea con la regia di Katia Ricciarelli.
In Brasile interpreta Don Basilio ne Il Barbiere di Siviglia dove canterà nelle più importanti città brasiliane con la direzione del Maestro John Neschling.
A Verona, al Teatro Filarmonico, debutta nel ruolo di Angelotti in Tosca, con Nicola Martinucci e Amarilli Nizza.
A Malta e Lugano debutta Don Magnifico ne La Cenerentola dove riscuote grande successo di critica e pubblico.
In Carmen come Zuniga all’Opera di Roma con Andrea Bocelli e all’Amphiteatre 3000 a Lyon é Zaccaria nel Nabucco dove sarà molto applaudito dal pubblico francese.
Ha cantato al Petruzzelli di Bari nella Madama Butterfly (Lo zio Bonzo) con grande ovazione di pubblico e critica. Sempre al Petruzzelli di Bari lo risentiremo nella Carmen col Maestro Lorin Maazel nel ruolo di Zuniga dove si farà notare anche per le sue doti sceniche, ricevendo i complimenti personali dal Maestro.
Trieste debutta Colline in Boheme col maestro Donato Renzetti; all’Arena di Verona nella Carmen, con la regia di Zeffirelli durante la stagione 2012.
Sempre all’Arena di Verona in Traviata (dottor Grenvil), Trovatore (Ferrando cover) Nabucco (il sacerdote di Belo), Gala operistico (inaugurazione), Gala (Verdi) e Gala Domingo Harding, dove si esibirá nel finale atto primo del Simon Boccanegra al fianco di Placido Domingo (stagione 2013).
Il 2014 lo vede impegnato nelle seguenti produzioni: Messa da Requiem di G.Verdi, Trovatore (Ferrando) e Rigoletto (Sparafucile) a Pechino;  La Cenerentola (Don Magnifico) a Lübeck.

Nel 2015, in gennaio, canta La Traviata (Dottor Grenvil) a Verona, Teatro Filarmonico, diretto dal maestro Marco Boemi; a marzo interpreta Zaccaria nel Nabucco presso il Teatro Politeama Greco di Lecce, diretto dal maestro F. Ledda.
A maggio 2015 il suo debutto al Teatro alla Scala di Milano, nel ruolo del Mandarino nella Turandot di Puccini, diretto dal maestro Riccardo Chailly in diretta mondiale per l'apertura dell'Expo milanese. 

Per tutta la stagione estiva 2015 (da giugno a settembre) è impegnato in diversi ruoli all'Arena di Verona: Nabucco (Sacerdote di Belo/cover Zaccaria), Tosca (Cover Angelotti), Aida (Ramfis, con la regia di Zeffirelli), Romeo et Juliette (cover Le Duc de Vèrone). 

A ottobre dello stesso anno torna al Teatro alla Scala con Giovanna D'Arco (Talbot)diretto da Chailly, e a gennaio 2016, sempre al Teatro alla Scala, canta Rigoletto (Ceprano). 

Nel 2016 interpreta Sparafucile nel Rigoletto al Filarmonico di Verona e viene nuovamente invitato dal Teatro alla Scala per La Fanciulla del West (Sid). Nella stagione estiva è nuovamente all'Arena di Verona, dove canta in Aida (Ramfis/Re) e Carmen (Zuniga).

Collaborazioni con il Circolo: