Circolo Musicale
Mayr-Donizetti

NOTE DI REGIA - Cavalleria rusticana

Note di regia (a cura del Prof. Valerio Lopane, musicologo e regista)

Cavalleria Rusticana racchiude, nella sua brevità, una concitazione drammaturgica enorme. Sintesi mirabile di teatro e musica, trova la sua forza nello scontro diretto delle passioni; questo dramma, che divenne il manifesto del verismo, è attraversato da figure che camminano sole perché escluse dalla massa. Massa di monolitica coralità che trae dalla tradizione siciliana, dalla spiritualità e dalla forza del branco, il suo impeto emotivo. Esclusione e passione, quindi: tratti che, per mia scelta evidenzierò, senza voler colmare la frattura. Da un lato la comunità ancestrale schiava di una primitiva religione, violenta e sanguigna; dall’altra il singolo, travolto da sensualità bruciante, furore, disperazione, ira e lacrime. Ho posto il momento simbolo di questa lettura nell’evocazione della Pasqua Siciliana, e in particolare nel celebre Inneggiamo che sostanzierà da un lato il bisogno di preghiera rituale e dall’altro la solitudine accorata di Santuzza.