Circolo Musicale
Mayr-Donizetti

NOTE DI REGIA - La cambiale di matrimonio

Note di regia (a cura del Prof. Valerio Lopane, musicologo e regista)

La cambiale di matrimonio (prima rappresentazione Teatro San Moisè, Venezia, 3 novembre 1810), si basa su di una vicenda semplice, ma effi cace. Non distaccandosi dal solco della farsa settecentesca, il libretto di Rossi off re spunti piacevoli che un debuttante Rossini (Pesaro, 29 febbraio 1792 – Passy, 13 novembre 1868), sa cogliere a fondo. Sotto il velo della giocondità si cela però una più seria e moderna critica sociale: un padre padrone, commerciante gretto e avaro, vorrebbe vendere la fi glia ad un compratore canadese, per mezzo della cambiale del titolo, come se fosse “manifattura da negozio”. La vicenda introduce quindi, sempre con l’ironia rossiniana, un deciso scontro generazionale. Con la mia regia, desidero evidenziare questo contrasto sociale e antropologico collocando la vicenda ai giorni nostri, dove l’incompatibilità tra “vecchi e giovani” si manifesta, in maniera evidente, nel rifi uto o nell’abuso dei nuovi mezzi di comunicazione: lettere, cambiali, matite copiative e taccuini rivivranno e si opporranno in forma di smartphone, email, messaggini ed emoticon, a generare una comicità misurata e vagamente surreale, tutta rossiniana.